Chiesa che ascolta si confronta cambia

Chiesa che ascolta si confronta cambia

Sinodo diocesano di Cuneo e Fossano

Sinodo diocesano di Cuneo e Fossano

Chiesa che ascolta si confronta cambia

Sinodo diocesano di Cuneo e Fossano

il sinodo

Un percorso di ascolto, incontro e discernimento proposto dal vescovo

La tua opinione

La voce di ciascuno conta e ha la medesima dignità: collabora con noi

I Sinodali

I fedeli che ricevono il mandato di prendere parte all'Assemblea sinodale

Notiziario "A Sua immagine" Rai 1

L'attualità di un sinodo diocesano

Il periodo che le Chiese locali stanno vivendo richiede confronto e scambio di idee, richiede un supplemento di discernimento. Da alcuni anni è stato avviato un percorso verso l’unione delle due diocesi di Fossano e di Cuneo e questo passo esige cambiamenti sul piano dell’organizzazione, ma ancora di più sul piano della mentalità e delle tradizioni specifiche di ciascuna comunità. Nel frattempo, il contesto culturale e sociale aggiunge ulteriori elementi di complessità, con una concezione sempre più secolare della vita e allo stesso tempo con una concezione della dimensione religiosa più personalizzata e autonoma. Nell’ultimo periodo si è aggiunta la crisi sanitaria e sociale collegata alla pandemia del Covid-19 con grandi ripercussioni sulla vita delle comunità cristiane e sui sentimenti collettivi dei fedeli e di quanti si avvicinano o si allontanano dalla Chiesa, sollecitati anche dai grandi interrogativi che la pandemia ha innescato.

Lo Spirito Santo non mancherà di illuminare questo nostro itinerario

immaginare il futuro

Per non restare solo nelle decisioni che riguardano la vita delle comunità e per non lasciare a se stessi i pastori, i ministri, gli operatori pastorali e i fedeli nelle singole comunità il vescovo di Cuneo e di Fossano, mons. Piero Delbosco, ha scelto di investire nell’idea di un Sinodo diocesano.
Lo considera un appello a coinvolgere le persone nel discernimento su quanto sta succedendo e su come possiamo immaginare il futuro. Da soli, né il vescovo, né i preti, né laici carismatici possono guidare la Chiesa in questo momento difficile. Raccolta in assemblea, in ascolto della Parola di Dio, docile allo Spirito Santo, la Chiesa locale può rinnovare l’annuncio e la testimonianza del Vangelo. Il Magistero del Santo Padre incoraggia a percorrere questa via, diocesi per diocesi, nella prospettiva di celebrare un Sinodo nazionale della Chiesa italiana.

Ultimi Comunicati